Per informazioni tel. +39 06 5816427

Contatti

CARTOGRAFICAVISCEGLIA
Via F. D. Guerrazzi, 15
00152 Roma
info@visceglia.it
Tel. +39 06 5816427

Partita Iva 09565210581 C.C.I.A.A. di Roma n. REA 787470

Carte personalizzate

Possiamo personalizzare qualsiasi cartina presente sul nostro catalogo sia nelle dimensioni che nei colori, anche per una sola copia. Possiamo inserire il vostro logo e altri simboli a vostro piacimento.

Inviateci una richiesta a info@visceglia.it sarete sorpresi dei risultati e dei costi.

Riconoscimenti

Cerca nel Blog

Storia delle carte geografiche I parte

Storia delle carte geografiche I parte

 (2)    0

  Blog I love maps

La "storia delle carte geografiche" è la disciplina che segue lo sviluppo delle tecniche cartografiche nei vari secoli, con particolare attenzione alle metodologie per l'effettuazione dei rilievi e per la rappresentazione su superfici piane o altri supporti.

Fin dagli albori della sua comparsa, l'uomo ha avvertito l'esigenza di raffigurare lo spazio: secondo gran parte degli studiosi, le prime manifestazioni di questo tipo risalgono addirittura alla preistoria.

Mappe rudimentali, infatti, erano già in uso prima dell'avvento della scrittura: lo testimoniano i reperti paleolitici delle "grotte di Lascaux", costituiti da graffiti che illustrano la volta celeste.

Tra le civiltà più antiche, è quella mesopotamica a fornirci le prime forme di cartografia, come la mappa babilonese su tavoletta d'argilla (1.500 a.C.) che riporta un pezzo della piantina della "città sacra di Nippur".

Nella mappa figurano la cinta muraria e alcune costruzioni, con iscrizioni in lingua sumerica e in scrittura "cuneiforme".

L'antica civiltà egizia ci ha tramandato pochi esempi di cartografia. Tra quelli rimasti spicca il "Papiro delle miniere d'oro", databile fra il regno di Seti I e quello di Ramesse IV: si tratta di una mappa stradale, che illustra con grande precisione un percorso attraversato da numerose miniere d'oro.

Per quanto riguarda il mondo occidentale, la più antica mappa in nostro possesso è stata ritrovata in Italia nei primi anni Duemila ed è nota con il nome di "Mappa di Soleto": risalente al V secolo a.C., rappresenta la penisola del Salento ed è stata redatta dagli antichi abitanti della zona.

Carta antica della Grecia

La Grecia classica ha assistito ad una significativa evoluzione delle tecniche cartografiche grazie agli studi di Anassimandro (VII-VI secolo a.C.): secondo la tradizione, lo studioso avrebbe per primo disegnato e divulgato una carta della Terra, dove il pianeta veniva rappresentato come un cilindro in sospensione nello spazio.

Successivamente, l'idea della sfericità della Terra guadagnò sempre più sostenitori: tra i più autorevoli si ricordano Pitagora, Aristotele e Dicearco.

A quest'ultimo si deve la redazione di una mappa della terra (300 a.C.) in cui compariva un abbozzo di meridiani e paralleli.

Il sistema delle coordinate geografiche venne poi ulteriormente sviluppato da Eratostene di Cirene e Ipparco di Nicea; quest'ultimo introdusse nuovi metodi di calcolo per la latitudine e la longitudine.

Straordinari cartografi furono i Cinesi: fin dal IV secolo a.C. produssero mappe su vari materiali (come il legno e la seta) dove ai riferimenti topografici e all'indicazione delle distanze venivano associati dati di carattere demografico e militare.

L' età romana vide fiorire le opere cartografiche di Marino di Tiro, di cui abbiamo notizia attraverso la testimonianza di Claudio Tolomeo; e lo stesso Tolomeo, la cui "Geografia" (II secolo d.C.) costituisce ancora oggi il più importante scritto di interesse geografico che ci sia pervenuto dal mondo antico.

Oltre alla rappresentazione dell'ecumene, la "Geografia" propone la spiegazione dei metodi utilizzati per trasferire su superficie piana i vari punti della sfera terrestre, cercando allo stesso tempo di superare il problema della distorsione.

Il mondo romano produsse una cartografia di carattere prevalentemente pratico, orientata alla divisione del terreno agricolo, al tracciamento delle piante di città e alla redazione di mappe ad uso commerciale, marittimo e militare.

 (2)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha