100% Personalizzabile +39 06 5816427 Made in Italy

Contatti

CARTOGRAFICAVISCEGLIA
Via F. D. Guerrazzi, 15
00152 Roma
info@visceglia.it
Tel. +39 06 5816427

Partita Iva 09565210581 C.C.I.A.A. di Roma n. REA 787470

Carte personalizzate

Possiamo personalizzare qualsiasi cartina presente sul nostro catalogo sia nelle dimensioni che nei colori, anche per una sola copia. Possiamo inserire il vostro logo e altri simboli a vostro piacimento.

Inviateci una richiesta a info@visceglia.it sarete sorpresi dei risultati e dei costi.

Riconoscimenti

Cerca nel Blog

La mappa di Palazzo Besta a Teglio

La mappa di Palazzo Besta a Teglio

 (3)    0

  Blog I love maps

Palazzo Besta sorge nell’antico borgo di Teglio, da cui deriva il toponimo Valtellina.

E’ una splendida dimora rinascimentale, costruita dalla nobile famiglia Besta su preesistenti edifici medievali a partire dalla metà del XV secolo per volere di Azzo I, seguendo il modello dei palazzi delle grandi signorie del tempo. Fu completata dal figlio di quest’ultimo, Azzo II, che con la moglie Agnese Quadrio vi tenne una piccola corte, dove convenivano artisti, letterati e filosofi.

Palazzo Besta

Al secondo piano si trova la Sala della Creazione che è interamente rivestita da un ciclo di affreschi ispirati alle storie bibliche della Genesi; la particolarità è nella volta che è affrescata con la carta geografica del mondo conosciuto nel XVI secolo, opera molto interessante perché riproduce un disegno del famoso cartografo tedesco Caspar Vopell e testimonia gli interessi culturali e scientifici della famiglia Besta.

La particolarità è data da una serie di curiosità: il mappamondo di Teglio, posto in alto sul soffitto, con difficoltà di visione per i dettagli, comprende tutte e due le Americhe. Presentate come la terra nuova rivelata dopo l’apocalisse-diluvio e dimostra una precisione geografica rara. Superiore a molte carte prese a modello dalla ricerca e rivela aspetti sconcertanti. Impossibile potere attribuire un’epoca esatta circa la sua esecuzione in mancanza di riferimenti archivistici. Poiché l’America raffigurata è quella rispondente a nozioni riferite alla seconda metà del Cinquecento si dovrebbe interpretare in questo senso la realizzazione del dipinto. Ma tutto lascia pensare, in linea con l’andamento del palazzo e con un graffito posto nella “Sala dalla volta ad ombrello”, che porta la data 21 settembre 1519 o 29, che possa essere stato eseguito nei primi trenta anni del 1500.

Palazzo Besta

I rebus si infittiscono, poiché alla base del mappamondo compare una data variamente interpretata: 1459, 1559, 1469, 1469, 1569, 1499. E’ quest’ultima la data esatta che fa parte di una scritta posta in basso e che recita: “TERRA AUSTRALIS ANNO 1499 SED NONDUM PLENE COGNITA”. A quale spedizione ci si riferisce?

Il bello è che (come in svariate altre carte del tempo) nella mappa di Teglio un’immensa terra australe compare all’estremo sud in senso rettilineo. La terra è dipinta in un verde lussureggiante, come per quelle perfettamente abitabili.

L’Atlantide perduta sulla scia delle ipotesi dell’ammiraglio Barbiero?

Un’Antartide che le ultime ricerche suggeriscono avere avuto un tempo un clima ben diverso?

I misteri sono tanti, il fascino unico!

 (3)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha