Per informazioni tel. +39 06 5816427

Contatti

CARTOGRAFICAVISCEGLIA
Via F. D. Guerrazzi, 15
00152 Roma
info@visceglia.it
Tel. +39 06 5816427

Partita Iva 09565210581 C.C.I.A.A. di Roma n. REA 787470

Carte personalizzate

Possiamo personalizzare qualsiasi cartina presente sul nostro catalogo sia nelle dimensioni che nei colori, anche per una sola copia. Possiamo inserire il vostro logo e altri simboli a vostro piacimento.

Inviateci una richiesta a info@visceglia.it sarete sorpresi dei risultati e dei costi.

Riconoscimenti

Cerca nel Blog

Inizia l'autunno: week end alle terme

Inizia l'autunno: week end alle terme

 (0)    0

  Blog I love maps

Da alcuni giorni è entrato l'autunno, le temperature si abbassano leggermenente e le giornate ancora belle ci fanno venire voglia di trascorrere le giornate all'aperto e quale migliore occasione per visitare le terme di cui è ricco il nostro bel paese?

A volte l'ingresso agli stabilimenti termali è abbastanza costoso e ci impedisce di realizzare il nostro desiderio.

C'è però una soluzione: in Italia esistono numerose località dove le terme sono libere. Ovviamente bisogna abbandonare i moderni stabilimenti con spogliatoi, servizi, shop e tutte le altre comodità che troviamo in questi centri. A disposizione gratuitamente, però, avrete tutta la bellezza ed il beneficio naturale che l'acqua termale può offrire sia al corpo che alla mente.

Scopriamo insieme quali sono:

1 - Terme di Bormio, Pozza di Leonardo da Vinci, Nord Italia

Il nome di Leonardo è associato a queste terme proprio per la testimonianza che il genio toscano ha lasciato nelle sue opere della visita a questi luoghi. Il nome di Bormio compare infatti nel suo famosissimo Codice Atlantico. Come mai Leonardo si è trovato a passare per Bormio? Fu invitato in Valtellina da Ludovico il Moro, Duca di Milano, per compiere un sopralluogo finalizzato alla regolazione delle acque del fiume Adda. I bagni liberi raccolgono le acque in eccesso che passano dai famosi Bagni Vecchi e Bagni Nuovi, gli stabilimenti a pagamento della cittadina. Alcune curiosità: anche se può sembrare strano, in epoca medioevale le acque dei bagni di Bormio non erano così preziose come oggi, ma venivano utilizzate per lavare le pecore. Inconsapevolmente i pastori offrivano un grande beneficio alla salute degli animali!

2 - Terme di Fordongianus, Sud Italia

Uno scenario davvero suggestivo ed incantevole per queste terme "quasi" libere, anche qui è richiesta una piccolissima somma ma ne vale davvero la pena. I bagni liberi infatti sono collocati in un complesso termale archeologico risalente al II secolo d.C., di epoca romana. Le sorgenti che alimentano queste terme sono ipertermali e sgorgano alla temperatura di 55°, le acque sono sulfuree e contengono tracce anche di cloro, acido nitroso e acido solforico. Queste caratteristiche le rendono ideali per la cura di reumatismi ed artrosi, oltre che per patologie dell'apparato respiratorio, malattie della pelle e dell'apparato genitale femminile.

3 - Terme libere di Petriolo, Centro Italia

Dopo quelle di Saturnia sono le più conosciute e gettonate, non solo in Italia ma soprattutto tra i turisti stranieri, quindi evitate i weekend, sia in alta che in bassa stagione! Recandovi qui di prima mattina, magari durante la settimana, potrete accaparrarvi i posti migliori, cioè subito sotto il getto d'acqua termale in una delle vasche calcaree. Da quando è stato costruito lo stabilimento a pagamento, infatti, la portata della fonte si è notevolmente ridotta. Per questo, i bagni di Petriolo non sono più all'altezza della loro celebrità, ma vengono ugualmente apprezzati grazie al contesto naturalistico affascinante (i bagni si trovano nel cuore del Parco naturale della Merse e le vasche affacciano su delle suggestive rovine) e grazie all'effetto frigidarium-calidarium ottenuto passando dalle acque calde della sorgente termale a del fiume Farma, più fredde.

4 - Terme libere di Saturnia, Cascate del Mulino, Centro Italia

Cercando qui un po' di relax potrete assaporare e godere anche di un bellissimo contesto naturalistico entro il quale queste terme sono inserite. Potrete bagnarvi nelle grandi pozze calcaree modellate dallo scorrere delle acque, le cui proprietà sono conosciute a livello mondiale. Il bar e ristorante nei pressi del parcheggio è un comodo appoggio per chi vuole mangiare o farsi la doccia (a pagamento), inoltre si consiglia di evitare i weekend ed i periodi festivi per non trovare troppa folla. L'acqua delle sorgenti sgorga ad una temperatura di 37°.

5 - Vulcano Terme, Sud Italia

Anche queste terme non sono completamente libere ma il prezzo da pagare è davvero irrisorio, se comparato alla bellezza dell'isola. Il vostro contributo serve alla società che si occupa della pulizia, della sorveglianza e della manutenzione delle aree termali per continuare a svolgere il proprio lavoro e mantenere questo luogo un vero paradiso. Le acque ipertermali dell'isola sono altamente solforose, i fanghi ed i vapori sono prodotti termali naturali molto efficaci per la levigazione della pelle, alleviare i problemi alle articolazioni, curare le malattie respiratorie.

6 - Bagni di San Filippo, Centro Italia

Chiamati dalla gente del posto "Balena Bianca", a causa della enorme formazione calcarea che le acque termali con il loro scorrere hanno creato, i bagni liberi sono a ridosso del corso del fiume Fosso Bianco, nei pressi dello stabilimento termale a pagamento. Innanzi a voi troverete una cascata immobile, suggestiva ed incantevole, presso la quale potrete rilassarvi grazie alle acque termali la cui temperatura raggiunge i 48°. Sul fondo delle pozze troverete anche il prezioso fango termale che, una volta spalmato sulla pelle, svolge un’azione naturalmente levigante.

7 - Sorgente termale di Sorgeto, Sud Italia

L'isola di Ischia è famosa per le sue sorgenti termali, oltre ad essere una apprezzatissima meta turistica. Per questo, gli stabilimenti termali, seppur molto ambiti da persone provenienti da tutto il mondo, sono molto costosi! A disposizione degli utenti, fortunatamente, ci sono anche le terme libere. Scendendo i suggestivi 200 scalini circa, presso le terme di Sorgeto potrete trovare acqua calda che raggiunge la temperatura di 90° quando c'è la bassa marea. Attenzione alle ustioni! Cercate un punto in cui l'acqua più calda viene mitigata da quella più fresca del mare.

8 - Terme del Bagnaccio, Centro Italia

L'ingresso gratuito è ad oggi oggetto di discussione, visto che le Terme del Bagnaccio sono sì libere, ma sono curate da una associazione che se ne prende cura e chiede un contributo di 5 Euro per la tessera associativa. In attesa che la controversia sulla legittimità di questa decisione, potrete usufruire di queste terme ad un costo davvero esiguo. I frequentatori di quest'area possono trovare sorgenti ipertermali (65-66°C) ed ipotermali (23-29°C), oppure scegliere di usufruire dei vapori rilasciati per insufflazioni.

9 - Terme di Caronte, Sud Italia

Le terme libere sono collocate a circa 300 metri dall'ingresso dello stabilimento a pagamento. Troverete acqua che sgorga a 39° ma anche una cascata fredda che proviene dal fiume adiacente. Purtroppo essendo libera e non gestita da nessun ente o associazione, specialmente durante il periodo estivo potrete trovarla non solo affollata ma anche un po' sporca, l'ideale sarebbe frequentarla all'inizio della stagione calda.

10 - Bullicame, Centro Italia

Nominate anche da Dante in un canto dell'inferno (potete leggere il passo su una stele appositamente collocata a sinistra della sorgente), le terme del Bullicame (da bullicare, cioè bollire) mettono a disposizione una vasca di acqua calda e una di acqua fredda, dove è possibile immergersi senza nessun costo.

 (0)    0

I commenti sono chiusi per questo post