100% Personalizzabile +39 06 5816427 Made in Italy

Contatti

CARTOGRAFICAVISCEGLIA
Via F. D. Guerrazzi, 15
00152 Roma
info@visceglia.it
Tel. +39 06 5816427

Partita Iva 09565210581 C.C.I.A.A. di Roma n. REA 787470

Carte personalizzate

Possiamo personalizzare qualsiasi cartina presente sul nostro catalogo sia nelle dimensioni che nei colori, anche per una sola copia. Possiamo inserire il vostro logo e altri simboli a vostro piacimento.

Inviateci una richiesta a info@visceglia.it sarete sorpresi dei risultati e dei costi.

Riconoscimenti

Cerca nel Blog

Definizione di carta geografica

Definizione di carta geografica

 (0)    0

  Blog I love maps

Le carte geografiche riproducono in tutto o in parte la superficie terrestre. Per poter rispecchiare l'esatto posizionamento dei diversi punti della Terra, queste stampe si servono di linee, tratteggi, ombreggiature, simboli, colorazioni e altri segni convenzionali; dimensioni, distanze e proporzioni sono riportate attraverso particolari sistemi di misurazione (scale, proiezioni), così da fornire una riproduzione precisa, veritiera e attendibile dei vari contesti geografici o del mondo intero.

In base alla sua specifica funzione, ogni elaborazione di questo tipo può rappresentare una porzione del globo più o meno estesa, spaziando dalla singola città al continente.

Sin dalla preistoria, l'umanità ha avvertito la necessità di realizzare carte geografiche per motivi pratici o conoscitivi: la cartografia è quindi una disciplina dalle origini molto antiche, e si può in un certo senso affermare che sia nata con l'uomo.

Tuttavia, la sua evoluzione come scienza è stata lenta, ed è passata attraverso varie fasi prima di giungere ad un sufficiente livello di esattezza: in tal senso, la nascita della moderna cartografia viene unanimemente considerata una conquista cinquecentesca, successiva ad eventi di grande portata come la diffusione della stampa e la scoperta dell'America.

A partire da questo periodo si sono consolidate le linee guida fondamentali che contraddistinguono ancora oggi la configurazione delle mappe, come la disposizione dei punti cardinali.

Le regioni e le loro peculiarità vengono illustrate seguendo due sistemi:

- la "configurazione orizzontale" che si serve di linee sinuose per rappresentare il contorno delle zone costiere, le strade urbane e le vie fluviali;

- la "configurazione verticale", basata sull'uso di ombreggiature di vari colori per riprodurre le caratteristiche fisiche del territorio (aree pianeggianti, rilievi montuosi ecc.).

Un particolare complesso di simboli convenzionali fornisce le indicazioni di carattere politico, come i confini delle nazioni, le città, i capoluoghi di provincia e le capitali. Esistono moltissime tipologie di carte geografiche, diversificate a seconda dell'area che rappresentano e della loro destinazione d'uso.

Le più diffuse sono:

- i "Planisferi". Raffigurano l'intera superficie del nostro pianeta, e possono essere realizzati su piano oppure in forma di sfera (mappamondi);

- le "Carte Generali", ovvero le riproduzioni dei singoli continenti;

- le "Carte Corografiche", focalizzate su uno Stato o su una regione;

- le "Carte Topografiche", che rappresentano una singola città in ogni dettaglio (vie, piazze, ecc.).

Un importante criterio di distinzione fra le carte geografiche è il contenuto: esistono così le "Carte Politiche", che riportano i riferimenti amministrativi, e le "Carte Fisiche", incentrate solo sugli elementi morfologici (monti, fiumi, laghi, mari, ecc.).

Altre cartine specifiche sono le "Carte Storiche", che restituiscono l'assetto politico di una determinata epoca storica, e le "Carte Tematiche", volte ad evidenziare uno o più aspetti di un particolare territorio.

Di quest'ultimo gruppo, la cui utilità è prevalentemente pratica, fanno parte le "Carte Oro-Idrografiche", le "Carte Nautiche", le "Carte delle Comunicazioni", le "Carte da Orientamento" e le "Carte Turistiche"

 (0)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha