Per informazioni tel. +39 06 5816427

Contatti

CARTOGRAFICAVISCEGLIA
Via F. D. Guerrazzi, 15
00152 Roma
info@visceglia.it
Tel. +39 06 5816427

Partita Iva 09565210581 C.C.I.A.A. di Roma n. REA 787470

Carte personalizzate

Possiamo personalizzare qualsiasi cartina presente sul nostro catalogo sia nelle dimensioni che nei colori, anche per una sola copia. Possiamo inserire il vostro logo e altri simboli a vostro piacimento.

Inviateci una richiesta a info@visceglia.it sarete sorpresi dei risultati e dei costi.

Riconoscimenti

Cerca nel Blog

Le carte geografiche nautiche, storia e caratteristiche

Le carte geografiche nautiche, storia e caratteristiche

 (0)    0

  Blog I love maps

Le carte geografiche nautiche sono strumenti altamente specifici contenenti informazioni geografiche legate alla navigazione.

La cartografia nautica è attestata a partire dal XIII secolo: non si conoscono, infatti, documenti di questo tipo antecedenti al Duecento.

Poiché risulta difficile credere che esperti navigatori come i greci o i fenici non ne facessero uso, si può ipotizzare la totale dispersione del materiale più antico a seguito di vari fattori (usura, naufragi, ecc.).

Un’altra ipotesi considerata dagli storici si fonda sulla convinzione che a queste carte, anticamente, non fosse attribuito un particolare valore: redatte nel corso della traversata, sarebbero poi state gettate o distrutte una volta esaurito il loro compito.

La più antica carta nautica conosciuta è italiana: si tratta della celebre "Carta Pisana", risalente alla metà del XIII secolo e attribuita a Raimondo Bacchisio Motzo.

Disorientata verso est, questa pergamena include il Mediterraneo e il Mar Nero e riporta una scala delle distanze.

Il periodo successivo alla comparsa della Carta Pisana è particolarmente significativo per lo sviluppo della cartografia: la massima fioritura delle repubbliche marinare, infatti, dà un impulso straordinario alla stesura delle carte nautiche.

Non a caso, dei secoli XIV e XV ci sono pervenute oltre 150 carte, appartenenti soprattutto a scuole veneziane, genovesi e anconetane.

Tra i navigatori-cartografi più in vista dell'epoca spiccano l'anconetano Grazioso Benincasa e i genovesi Battista Agnese e Pietro Vesconte.

Le carte geografiche nautiche, storia e caratteristiche

Nel Cinquecento, la cartografia nautica prospera anche nel Sud Italia, con Napoli e Messina come principali centri di produzione.

A partire dal secolo successivo, gli studi geografici e cartografici si sviluppano in modo particolare nei Paesi Bassi: qui, i progressi dell'arte tipografica arricchiscono le carte nautiche di splendide incisioni ispirate alla mitologia.

In questo periodo nascono proiezioni cartografiche più evolute ad opera di figure di spicco destinate a lasciare un segno profondo nella storia della cartografia, come Gerardo Mercatore e Willem Janszoon Blaeu.

Nel XVII secolo, alle tradizionali carte piane si affiancano sempre più spesso i mappamondi, le proiezioni cilindriche e gli atlanti; in questa fase, è soprattutto la Compagnia delle Indie Orientali a dare impulso alla cartografia, assoldando a tale scopo i migliori professionisti del settore.

A partire dagli anni Sessanta del Novecento, le produzioni cartografiche sono state portate avanti non solo dagli istituti idrografici, ma anche dall'editoria privata.

A ciò si è affiancato un grado di specializzazione sempre più avanzato, con carte mirate per ogni esigenza di navigazione e disponibili, oltre che su carta, anche su supporti informatici.

In base alla loro scala, le carte nautiche vengono attualmente distinte in: oceaniche (con la proiezione di Mercatore), generali (per la navigazione d'altura), costiere o particolari (per la navigazione costiera) e piani nautici (con la proiezione gnomonica).

Su tutte le tipologie di carte vengono riportati longitudine, latitudine, scala, rappresentazione, proiezione, linee batimetriche e declinazione magnetica con relativo anno di riferimento.

 (0)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha